La Rivista Del Manifesto
Nero Su Bianco

Olimpiadi Tokyo 2020, risultati di oggi. Bene l’atletica e Tamberi. Flop scherma e nuoto

Comincia bene la spedizione azzurra nell’atletica, mentre Panziera non centra neanche la finale dei 200 dorso.

La giornata di esordio dell’atletica alle Olimpiadi di Tokyo 2020 regala all’Italia conferme e sorprese: conferme, come l’accesso in finale di Gianmarco Tamberi nel salto in alto (fuori invece Stefano Sottile) e sorprese, come la qualificazione di Anna Bongiorni nella semifinale dei 100 metri. Nei 3000 metri siepi sono addirittura 2 gli azzurri a centrare la finale: Ahmed Abdelwahed e Ala Zoghlami (eliminato Osama Zoghlami). Bene anche Alessandro Sibilio nei 400 metri ostacoli ed Elena Bellò negli 800 metri, mentre saluta subito i Giochi Giovanni Faloci nel lancio del disco.

Non mancano le delusioni, che arrivano da nuoto e scherma, non proprio una novità in queste Olimpiadi: fuori dalla finale dei 200 metri dorso Margherita Panziera e sconfitta degli azzurri della spada a squadre ai quarti contro la Russia. Fuori anche Rebecca Nicoli nella boxe e la coppia Enrico Rossi/Adrian Carambula nel beach volley, mentre avanza nel torneo del tiro con l’arco Lucilla Boari.

La giornata di esordio dell’atletica alle Olimpiadi di Tokyo 2020 regala all’Italia conferme e sorprese: conferme, come l’accesso in finale di Gianmarco Tamberi nel salto in alto (fuori invece Stefano Sottile) e sorprese, come la qualificazione di Anna Bongiorni nella semifinale dei 100 metri. Nei 3000 metri siepi sono addirittura 2 gli azzurri a centrare la finale: Ahmed Abdelwahed e Ala Zoghlami (eliminato Osama Zoghlami). Bene anche Alessandro Sibilio nei 400 metri ostacoli ed Elena Bellò negli 800 metri, mentre saluta subito i Giochi Giovanni Faloci nel lancio del disco. Non mancano le delusioni, che arrivano da nuoto e scherma, non proprio una novità in queste Olimpiadi: fuori dalla finale dei 200 metri dorso Margherita Panziera e sconfitta degli azzurri della spada a squadre ai quarti contro la Russia. Fuori anche Rebecca Nicoli nella boxe e la coppia Enrico Rossi/Adrian Carambula nel beach volley, mentre avanza nel torneo del tiro con l’arco Lucilla Boari.

 

Tiro con l’arco

Lucilla Boari si qualifica alla semifinale dell’arco inviduale donne. Nei quarti, ha battuto la cinese Wu Jiaxin 6-2, e ora dovrà affrontare la russa Elena Osipova.

Salto in alto

Termina subito il cammino di Stefano Sottile, che supera i 2.17 ma sbaglia due volte i 2.21. Stacca invece il pass per la finale (e senza neanche bisogno di saltare i 2.30Gianmarco Tamberi: per lui luce verde al primo tentativo nei 2.172.21 e 2.25, mentre c’è stato bisogno di un secondo salto per mettere a referto il 2.28. Un piccolo neo che non ne pregiudica l’accesso all’atto conclusivo.

“Devo solo trovare il salto giusto – ha detto alla fine Tamberi – per sbloccarmi, e allora domenica sarà un giorno magico. Mi succede miliardi di volte, in gara, quando sono spalle al muro trovo la soluzione: ho atteso 5 anni questa finale olimpica, ora me la godo tutta”.

Corsa

Nei 3000 metri siepi l’Italia qualifica alla finale 2 azzurri su 3: dentro direttamente Ahmed Abdelwahed (8’12”71) e Ala Zoghlami (8’14”6) attraverso i ripescaggi, mentre resta fuori Osama Zoghlami (8’19”51). Obiettivo minimo raggiunto anche per Elena Bellò negli 800 metri grazie a un tempo di 2’01”07 che le è valso l’accesso alla semifinale grazie ai ripescaggi. Medesimo risultato anche per Alessandro Sibilio nei 400 metri ostacoli: per lui un ottimo 49”11. A sorpresa trova l’accesso alla semifinale nei 100 metri Anna Bongiorni grazie a un eccellente 11”35, mentre la stessa missione nell’altra batteria non riesce a Vittoria Fontana (11”53).

Lancio del disco

Finisce subito l’Olimpiade di Giovanni Faloci, protagonista prima di due lanci nulli e poi di un 57.33 che non basta per la finale.

Nuoto

Quelle di Tokyo chiaramente non sono le Olimpiadi di Margherita Panziera, che delude anche nei 200 metri dorso: per lei un 2’09”54 non sufficiente per centrare la finale.

Scherma

Finisce ai quarti il cammino dei ragazzi della spada a squadre, che perdono 34-45 contro la Russia.

Boxe

Finisce agli ottavi il cammino di Rebecca Nicoli (categoria 60 kg): per lei una sconfitta ai punti con verdetto unanime contro la più esperta e quotata irlandese Kellie Anne Harrington.

Beach volley

L’Italia del beach volley perde per strada la prima coppia: si tratta di quella composta da Enrico Rossi e Adrian Carambula, che soccombono contro gli svizzeri Adrian Heidrich/Mirco Gerson per 1-2 (14-2126-2413-15).

Equitazione

Vittoria Panizzon su Super Cillious chiude al 16esimo posto la prima sessione di dressage del concorso individuale e a squadre (dove l’Italia è attualmente 13esima): per lei una penalità di 38.60.

Canoa slalom

Giovanni De Gennaro non riesce a qualificarsi per la finale della canoa slalom. L’azzurro è stato eliminato a sorpresa nella semifinale dopo aver chiuso la sua discesa con il tempo di in 1’00″23 (quattro i secondi di penalità) che gli sono valsi solamente la 14esima posizione.

Le gare da seguire

Alle 9:00 sul campo del beach volley ci saranno Paolo Nicolai Daniele Lupo, mentre alle 10:30 proseguirà il concorso di equitazione. Nella mattinata italiana per i ragazzi della spada a squadre ci sarà spazio solo per le gare di consolazione, valide per i piazzamenti, mentre alle 12:00 c’è da sognare in grande con Yeman Crippa, impegnato nella finale dei 10000 metri. Alla stessa ora ci saranno batterie di qualificazione sia nell’atletica sia nel nuoto, con in particolare il ritorno in vasca di Gregorio Paltrinieri nei 1500 metri stile libero. In chiusura spazio al volley: alle 12:40 l’Italia di Blengini sfida l’Iran, mentre alle 13:00 sulla sabbia del beach ci saranno Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth.