La Rivista Del Manifesto
Nero Su Bianco

Lazio e politica: il caso Hysaj fa infuriare i tifosi biancocelesti

La politica di destra è spesso affiancata nell’immaginario collettivo alla Lazio. Il “Bella Ciao” cantato da Hysaj ha fatto infuriare alcuni tifosi biancocelesti e rimesso in risalto la questione politica attorno al club

Si torna a parlare di Lazio e politica di destra, per via del battessimo di Elseid Hysaj con la Lazio che ha agitato il fine settimana di ritiro biancoceleste.

L’albanese ha cantato durante una cena con la squadra “Bella Ciao” il moto della resistenza partigiana e di liberazione dal Fascismo. Questo ha agitato molti tifosi laziali che hanno chiesto delle spiegazioni proprio durante la sera della cena.  È intervenuta pure la Digos ed è servita la mediazione di altri calciatori e del ds Tare per calmare gli animi. “Non ha fatto assolutamente nulla di male Elseid” dice il presidente Lotito.

Il video scomparso

Intanto il video di Hysaj è scomparso dai social. Il calciatore aveva caricato sul suo profilo Instagram, insieme ad altri compagni il suo canto e ha ricevuto tanti insulti: “Devi romperti il crociato subito, “Ma le sai le origini del nostro club o sei di Livorno? Come sei venuto, te ne puoi andare dalla Lazio” e ancora: “Forse sarebbe stata meglio faccetta nera, Radu pensaci tu a fargli capire dove è arrivato”.

Dietro l’eliminazione del video, sembra esserci una decisione del club che non vuole alimentare altre tensioni con la tifoseria.

La Lazio e la politica

Troppo spesso la politica, in questo caso di destra, si affianca alla Lazio, e si mischia in un mondo che non dovrebbe avere connotazioni politiche. Si ricordano per questo le esultanze di Paolo Di Canio o le partite con alta rivalità contro il Livorno, o ancora più recentemente le immagini di Anna Frank.

La reazione di questa parte di tifoseria, potrebbe però destabilizzare l’ambiente anche conoscendo Maurizio Sarri, uomo dichiaratamente di sinistra e che poco digerisce certe reazioni dei tifosi verso i propri calciatori. Il binomio Lazio-Destra però non va giù ad altri tifosi laziali che anzi vorrebbero cancellare questa rappresentazione mentale che si ha del club in Italia e all’estero.

Il sereno dopo la tempesta

Il canto del terzino albanese, che alla fine urla “Quest’anno si vince qualcosa”, nulla aveva a che fare con la politica. Hysaj infatti cantava la canzone in riferimento alla famosa serie tv di Netflix “La Casa di Carta” fra le risate dei compagni attorno a lui.

Dopo le polemiche però Hysaj è tornato ad allenarsi tra gli applausi dei tifosi spettatori. Le acque sembrano essersi placate, per il momento, in casa Lazio.

fonte: romatoday