Investire in pronti contro termine

0

Un investimento redditizio per far fruttare i propri soldi senza rischi si chiama pronti contro termine. Chi ha una somma di denaro da investire nel breve termine e non vuole affidarsi a promotori finanziari senza scrupoli o a banche che seguono solo i propri interessi.

Chi vuole veramente guadagnare in poco tempo con una piccola somma di denaro da investire senza rischi può farlo con un’operazione di pronti contro termine. C’è sempre una banca di mezzo, ma nelle vesti di debitrice.

Il cliente invece assume la posizione di colui che presta soldi. C’è anche una ricompensa che è un lauto tasso di interesse ottenibile in breve tempo. Ufficialmente si deve firmare un contratto in cui la banca si obbliga a prestare dei titoli al privato cittadino, impegnandosi a  riacquistarli ad una certa data , di regola qualche mese, ma ad un prezzo più alto che viene fissato alla sottoscrizione del contratto stesso.

Non tutte le banche praticano queste operazioni e certo non in qualsiasi momento. Occorre tenersi costantemente informati per accaparrarsi le migliori condizioni e studiare bene il contratto proposto.

Generalmente gli elementi da valutare sono : il prezzo di quella che è una vera e propria vendita dei titoli,  che dipende  dal loro valore nominale e il prezzo del riacquisto, che deve coprire integralmente il prezzo di vendita ed in più  comprendere il tasso di interesse pattuito al momento della sottoscrizione.

Spesso accade che una banca in difficoltà economiche concede i pronti contro termine,potendo riuscire a guadagnare più di quello che investe. A volte c’è una percentuale di rischio per il cliente o per la banca, ma il cliente ha generalmente la certezza della restituzione del capitale  insieme all’interesse. E tutto scritto nel contratto.

L’assenza di rischio per i clienti privati è dovuta al fatto che il rischio è caricato tutto su un terzo soggetto. Quello che emette i titoli. La banca funge solo da intermediario e lucra sui movimenti di denaro. Il terzo soggetto può essere per esempio  un’azienda che ha urgenza di un prestito e che non intende aumentare il proprio capitale sociale o emettere  obbligazioni per reperire liquidità. Questa può emettere dei titoli  vendendoli alla banca al loro valore nominale. La banca poi provvederà a ricollocarli a pronti contro termine vendendoli ad un privato sempre al loro valore nominale.  Alla scadenza poi la banca riacquisterà i titoli dal privato pagandogli il sovrappiù . Contemporaneamente però rivenderà i titoli alla stessa impresa emittente la quale, secondo i precedenti accordi, rimborserà ogni spesa alla banca più gli interessi.

Ecco spiegato il profitto per il risparmiatore che è sempre abbastanza alto, essendo fissato in anticipo, e non potendo essere indicizzato secondo le variabili finanziarie. A seconda poi delle esigenze di liquidità della banca e dei profitti sperati dalla stessa, l’investimento può avere un rendimento più o meno alto.

Attenzione ai pericoli  : nel contratto ci possono essere  alcune  clausole che liberano la banca dall’obbligo di riacquistare i titoli alla  scadenza, in determinate circostanze, nell’eventualità, per esempio in cui si verifichi il fallimento dell’azienda emittente.

E’ possibile che la banca preveda il pagamento di una commissione . In tal caso occorre tenerne conto per valutare il valore del rendimento finale

In ogni caso il pronti contro termine ha una durata ed una data di scadenza. Quindi il denaro depositato non può essere ritirato dal cliente prima della scadenza così come la banca è obbligata a pagare solo alla scadenza quanto pattuito.

Non è possibile anticipare nessun effetto dell’operazione  prima della scadenza .
E’ spesso prevista una penale ed in tale eventualità e gli interessi non vengono corrisposti per intero.

Ultimo elemento da tenere in considerazione per valutare la bontà del rendimento  è la sua tassazione .

La finanziaria  2011 ha aumentato la tassazione di pct passandola dal 12,5 al 20% ed applicandola sia alla differenza di prezzo che agli interessi .

Articoli correlati Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.