La Rivista Del Manifesto
Nero Su Bianco

Investire in pronti contro termine

Conosciuti anche con la sigla PCT, i pronti contro termine permettono di investire direttamente con la propria banca da cui ogni cliente può acquistare un certo numero di titoli. Il contratto d’acquisto è prevede già la data di restituzione degli stessi e il tasso d’interesse predeterminato che rappresenta il guadagno per l’investitore. Divenuti strumenti d’investimento piuttosto diffusi, soprattutto nell’ultimo decennio, i pronti contro termine presentano delle caratteristiche cui bisogna prestare attenzione. Infatti, essi offrono vantaggi, ma anche rischi da non sottovalutare.

I vantaggi degli investimenti in PCT  

Uno dei motivi, o meglio, dei vantaggi che rendono favorevole un investimento in pronti contro termine è la possibilità che essi offrono di investire anche somme relativamente piccole (anche poche migliaia di euro) per periodi molto brevi (anche 3/6 mesi). Essi costituiscono, quindi, uno strumento semplice che non impegna i risparmi per lungo tempo. I tassi d’interesse, inoltre, si oscillano tra lo 0,90 al 2%, a seconda dell’Istituto a cui ci si rivolge.

Rischi degli investimenti in PCT

Prima di scegliere e stipulare il contratto dobbiamo prendere in esame i titoli che sono oggetto del contratto: che tipo di azioni, obbligazioni o quant’altro ci offre la banca. E’ molto importante poi poter fare un’analisi preventiva dei titoli per conoscerne anche la “stabilità” sui mercati: in caso di labilità delle azioni o obbligazioni rischieremmo la perdita dell’investimento. Infine prestiamo attenzione alla garanzia: che la Banca offra una garanzia a fronte del nostro investimento, ma che questa non sia costituita da Obbligazioni dello stesso Istituto!

Attenzione ai Costi dei Pronti contro Termine

Questo è un consiglio da seguire sempre, oltre che nell’acquisto di Pronti Contro Termine. Sebbene, infatti, ogni Istituto sbandieri tassi percentuali più o meno allettanti, non tutti pubblicano aliquote al netto delle spese. Noi, quindi, suggeriamo sempre di verificare con l’operatore tutte le voci di spesa previste che, altrimenti, ci lascerebbero meravigliati di fronte ad un tasso notevolmente più basso. Tra le voci di spesa, spesso, sono da tener presente i diritti, i rimborsi spesa ed eventuali costi di commissione.

Qual è il rendimento?

La differenza tra il prezzo d’acquisto e il prezzo di rivendita rappresenta la remunerazione per il cliente (esattamente come nei BOT). Ovviamente non è consentita l’estinzione anticipata (salvo perdita dell’interesse). Con questo tipo di operazione tipicamente di breve periodo, quindi, il cliente acquista uno strumento finanziario (solitamente un’obbligazione bancaria o governativa) e si impegna a restituirlo nella stessa quantità, alla scadenza concordata, ad un prezzo di vendita predeterminato alla stipula del contratto. Questo implica che il rendimento è definito all’inizio dell’operazione, esattamente come nei BOT.

L’operazione finanziaria di PCT può essere equiparata ad un prestito di denaro fatto alla banca (venditore), per il quale viene riconosciuto un “tasso di interesse” fisso, ed un prestito di titoli fatto al cliente (acquirente). Un’operazione assolutamente sicura e certa nel suo risultato a termine: importo investito a b.t. + tasso di interesse annuo stabilito alla sottoscrizione (a pronti). Dunque, si tratta di un acquisto a pronti di un titolo con rimborso alla scadenza stabilita dell’importo investito più il rendimento stabilito (vendita a termine).

Operazione consigliata qualora il cliente decida di non investire l’importo in strumenti finanziari fruttiferi di miglior rendimento (come ad esempio i Fondi Comuni) in quanto crede o sa che a breve avrà bisogno di quell’importo, ma non vuole giustamente lasciare quell’importo in giacenza infruttifera sul conto corrente.

Dunque, i PCT sono una valida alternativa ai tradizionali Titoli di Stato, come i BOT, o agli innovativi Conti Deposito Vincolati richiedenti questi ultimi un vincolo di almeno 12 mesi; è una valida alternativa per il risparmiatore che vuole investire liquidità a breve termine e vuole dormire sonni tranquilli.