Il nuovo volto di Amsterdam: consigli per una vacanza low cost

0

Amsterdam sta cambiando volto, cercando nuovi e difficile equilibri tra le necessità di ordine pubblico e il grande richiamo che le più famose attrazioni, ovvero i locali in cui è consentito il consumo di droghe leggere entro i 5 grammi a persona per giorno e le case di tolleranza con la merce esposta in vetrina, esercitano sui turisti europei,che han toccato il record storico di quasi 13 milioni di arrivi nel 2014, in gran parte veicolati da una fitta rete di voli low cost.

Ma sono tanti i motivi per una vacanza o fine settimana ad Amsterdam, dalle piazze – la centralissima Piazza Dam su tutte – sempre animatissime di giovani, artisti di strada ed eventi, all’atmosfera bohemienne del quartiere Jordaan, il più caratteristico di Amsterdam, un reticolo canali, piccole strade, ponti e abitazioni fitte fitte e coloratissime, al massimo di tre piani, a comporre scorci tra i più affascinanti d’Europa.

Una visita di Amsterdam low cost prevede almeno una giornata intera di smarrimento tra ponti, stradine e canali. Il Vondelpark, frequentatissimo dai locali, è un ottimo – e gratuito – punto di osservazione della realtà quotidiana. Tappa obbligatoria lo spettacolare Mercatino di Bloemenmarkt, il mercato dei fiori lungo il canale Sigel. Imperdibile il gioiello di Bejinhof, un quartiere del XIV secolo ancora intatto, che si trova lungo la Kalverstraat, il mall pedonale dello shopping.

Per il resto vale davvero la pena di investire qualche euro nei bellissimi Museo Van Gogh e Rijksmuseum, e per un giro sul barconi per avere la vista della città dall’acqua.

Come già detto su Amsterdam Low Cost, un paio di consigli gratuiti che non ci stancheremo mai di ripetere:

– acquistate subito ad Amsterdam Centraal una mappa della città: non esistono da nessuna parte mappe gratuite;

– sempre appena arrivati ad Amsterdam Centraal, acquistate subito una Strippencart (non sono di così facile reperibilità altrove), un biglietto a punti per usare i Damrak (tram): il risparmio – netto – sui mezzi pubblici è del 75%!

Ma il vero consiglio numero uno è: usate la bici. Non esiste davvero miglior mezzo di trasporto per godersi la città a caso anche se la bici è un’altra spina nel fianco della amministrazione locale: ne circolano quotidianamente 800.000 a fronte di soli 400.000 parcheggi autorizzati per le bici, e tutti si ingegnano quindi a incatenarle un po’ ovunque, persino ammassate lungo ponti e canali, col risultato che non esiste scorcio cittadino senza bici, spesso ammassate. Non è un bel veder, come non lo sono i grandi parcheggi organizzati per le bici, tanto che sono allo studio garage sott’acqua tra la Stazione Centrale e il waterfront.

Articoli correlati Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.