La Rivista Del Manifesto
Nero Su Bianco

Basket, i brand della Serie A hanno un valore di 23,3 milioni

Per Giovanni Palazzi, amministratore delegato diStageUp «Lo studio fa emergere un valore patrimoniale importante che deve rappresentare un driver centrale per lo sviluppo futuro del basket divertice ma che,purtroppo,sino ad oggi, è stato poco valorizzato nei bilanci dei club. Per investire nel proprio marchio occorre infatti ideare e realizzare strategie di gestione e commercializzazione che devono basarsi su una effettiva conoscenza delle potenzialità del brand a partire dal suo valore sul mercato. Solo essendo consapevoli dell’importanza economico/patrimoniale dell’insieme dei marchi e di ciascun di essi sarà possibile per la Lega ed ogni club associato ottenere il massimo nelle negoziazioni per sponsorizzazioni, diritti media, licensing e con le istituzioni. Secondo Massimo Masotti, ad di Fi.Bo, «il valore complessivo dei marchi dei club che emerge dallo studio, già di per sé molto significativo anche alla luce del giro d’affari consolidato della Lega Basket, nasconde ulteriori potenzialità che possono emergere solamente da una perizia valutativa specifica che, oltre ai casi comparabili,valorizza le strategie di sviluppo di ogni singola associata».